Amplificatori per cuffie, come sceglierne uno? Prodotti e recensioni

Acquistare un paio di cuffie di ottima qualità è già un passo fondamentale per poter ascoltare la propria musica preferita nel miglior modo possibile. Tuttavia si può aumentare la qualità del suono ancora di più e ciò è reso possibile dagli amplificatori per cuffie. In questo articolo scopriremo insieme come funzionano questi apparecchi e quali vantaggi sono in grado  di apportare a chi decide di metterli alla prova.

Funzionalità

La prima cosa da sottolineare quando si parla di amplificatori per cuffie è la capacità che essi hanno di andare a modificare l’ impendenza e la sensibilità acustica. Entrambe sono due caratteristiche fondamentali che tutti gli audiofili tengono bene a mente quando si trovano a dover comprare dei dispositivi.

Ma cosa sono l’ impendenza e la sensibilità acustica?

La prima è una “misura della resistenza che un circuito presenta a una corrente quando viene applicata una tensione“. In sostanza noi sappiamo bene che il suono arriva alle cuffie sotto forma di corrente elettrica e solo in seguito viene tramutato in suono.

Dunque ci sembra evidente per quale motivo il valore dell’impendenza sia fondamentale: essa ci indica la potenza che i nostri dispositivi hanno per raggiungere un volume adeguato. L’impendenza si misura in Ohm e più è alto il suo valore, meno sarà la potenza necessaria da impiegare per ottenere un buon risultato dalle nostre cuffie.

La sensibilità acustica invece si misura in Decibel e indica quanto sono in grado di suonare forte  nostri dispositivi a una determinata potenza.

Queste due caratteristiche che vi abbiamo appena descritto sono tutto quello che viene influenzato dagli amplificatori, anche perché non è nemmeno pensabile farlo equalizzando semplicemente le proprie cuffie da un dispositivo.

Come funziona un amplificatore per cuffie?

Tutto è incentrato sul fatto che c’è un circuito elettrico formato da componenti diversi che una volta modificati, rendono il suono con altre sfaccettature e quindi variato rispetto a quello originario.

Logicamente ciò che fa la differenza è anche la composizione del circuito che può rendere un audio più o meno distorto. Il risultato finale che si ha utilizzando uno di questi apparecchi dipende molto anche dal tipo di cuffie che vengono collegate. Se ad esempio avete acquistato un paio di cuffie eccellenti in fatto di qualità, basta anche che acquistiate un amplificatore economico per un buon risultato.

Viceversa se le vostre cuffie risultano di modesta o scarsa qualità: riteniamo fondamentale allora l’ acquisto di un amplificatore che sappia rendere il suono in maniera impeccabile. Utilizzare un prodotto del genere risulta essere divertente, infatti è possibile dare alle proprie canzoni preferite le tonalità e le sfumature desiderate senza problemi.

Quanto un amplificatore può influenzare la musica che ascoltiamo?

Credo che questa sia forse la domanda più importante che ogni utente si pone quando pensa di acquistare un amplificatore.

Ebbene, la risposta è che l’ influenza di un dispositivo simile sulla musica è assolutamente rilevante. Se siete degli audiofili una volta provato l’ effetto finale non potrete più farne a meno. Un amplificatore tuttavia è utile anche se avete la necessità di rendere ancora più percepibile la sonorità della vostra televisione.

Spesso i parenti anziani hanno difficoltà nel percepire i dialoghi dei film che guardano o magari le notizie del telegiornale; un amplificatore può risolvere anche questo problema. Un altro caso in cui l’ utilizzo di questo strumento si rivela di grande utilità è durante l’ ascolto di brani musicali dal proprio telefonino.

E’ risaputo che il formato Mp3 non sia il massimo per la resa sonora ma è sicuramente il più diffuso. Collegando un amplificatore per cuffie al vostro smartphone e le cuffie direttamente al dispositivo in questione, otterrete un risultato eccellente. Tutte le diverse tonalità, le frequenze basse ed alte della musica che avete sempre ascoltato, subiranno un cambiamento notevole e potrete apprezzare il risultato finale godendo di tutte le sfaccettature che la vostra musica preferita ha da offrire.

Tipologie e costi

In commercio ormai sono disponibili prodotti adatti un po’ a tutte le tasche ed esigenze, vediamo insieme qualche esempio. Se la vostra intenzione è quella di acquistare un amplificatore per cuffie da utilizzare collegato allo smartphone, consigliamo di comprare un dispositivo ad un solo canale.

Se invece volete collegarlo alla televisione, potete acquistare un amplificatore a più canali in modo che possa essere usato da più persone in maniera indipendente: ognuno sceglie come regolarlo a proprio piacimento e non vi saranno interferenze. Questa versatilità lo rende ancora di più un prodotto valido e multifunzionale.

Un’ ulteriore distinzione che è necessario fare è quella che riguarda le dimensioni degli amplificatori: essi si trovano facilmente sia portatili che non. Quelli appartenenti alla prima categoria sono pensati per tutti coloro che non vogliono un prodotto ingombrante e che possa essere portato facilmente ovunque.

Gli amplificatori portatili sono veramente comodi e non hanno niente da invidiare a quelli di dimensioni più grandi in termini di prestazioni. Nel caso in cui ad esempio suoniate live con il vostro gruppo e abbiate bisogno di un dispositivo che migliori le vostre performance, gli amplificatori più grandi fanno davvero al caso vostro. Sono efficienti, dotati di più canali per poter collegare più apparecchi contemporaneamente e avendo anche la possibilità di gestire cuffie che hanno valori di impendenza differenti.

E’ ovvio che nel caso scegliate un prodotto a più cavi il costo sarà più elevato ma fortunatamente non si tratta di cifre eccessive. Un buon amplificatore di qualità si può acquistare spendendo intorno ai 60 €; se volete optare per qualcosa di più economico ci sono buoni prodotti anche nella fascia bassa dei prezzi e cioè intorno ai 25-30 €.

Utilizzare un amplificatore è sicuramente un’ esperienza che consente di apprezzare la musica ancora di più in tutta la sua bellezza e emozionalità: non ci sono limiti agli effetti che può raggiungere e al tipo di sonorità che ha da offrire. Come potete vedere si tratta solo di una serie di vantaggi messi a disposizione di tutti gli utenti audiofili che amano la musica e che non vogliono accontentarsi di una qualità audio ordinaria.

Ciao a tutti io sono Martina Eletti, ho 28 anni e vivo a Tivoli in provincia di Roma. Fin da bambina ho sempre avuto una grande passione per i libri e per la scrittura al punto da farne il centro dei miei studi: prima con una laurea triennale in Lettere Moderne, poi con la specialistica in Editoria e Scrittura presso la Sapienza Università degli Studi di Roma. Ho avuto finalmente la possibilità di realizzare degli articoli parlando di varie tematiche e in questo caso specifico di prodotti tecnologici che suscitano la mia curiosità e voglia di ricerca. Spero possiate trovare i miei consigli utili e interessanti, buona lettura a tutti!

Back to top
Migliore Cuffia